Geas ginnastica, Sofia Frenna neo Campionessa Italiana Gold L1

Sofia Frenna sul gradino più alto del podio.
Lo scorso weekend a Padova, si sono tenute le gare Gold allieve, condensate in tre giorni intensi, le qualifiche il venerdí e la finale la domenica. Dopo lo stop, causa Covid, le gare sono finalmente riprese e nonostante il clima austero di un palazzetto vuoto, i volti coperti dalle mascherine e un silenzio assordante, le ginnaste piú forti di tutta Italia sono tornate a fronteggiarsi.
Presente anche la società sestese Geas ginnastica rappresentata da cinque atlete, tre classe 2011, nella categoria L1 e due classe 2010, nella categoria L2. Aurora Buccolo, Greta Mozzi, Sofia Frenna, Nicole Bianchi e Sara Siggillino, allenate dai tecnici Enus Mariani e Marco Orsenigo, sotto la guida del DT Massimo Gallina, hanno portato in alto i colori della Geas. “Aurora e Nicole – spiegano dal Geas – non sono riuscite a centrare la finalissima, ma hanno mostrato netti miglioramenti rispetto ai mesi precedenti, dando prova di costanza e determinazione che, siamo certi, le porteranno a guadagnarsi la finale il prossimo anno”. Greta Mozzi, dopo una bellissima gara il venerdí, si è assicurata un posto tra le migliori 40 ginnaste d’Italia giocandosi la sua primissima finale. “Anche domenica – continuano dal Geas – ha portato a termine esercizi puliti e ben eseguiti, ottenendo la metá della classifica. Sara Siggillino, alla sua seconda finale in due anni, ha dimostrato ancora una volta il suo talento e la sua presenza nel panorama italiano, assicurandosi il 17esimo posto in una categoria di altissimo livello e grande competizione. Infin Sofia Frenna, la nuova Campionessa Italiana Gold L1. “Sofia – ricordano con orgoglio dal Geas – è entrata nella nostra palestra all’etá di 3 anni con una passione e un talento innati. Anno dopo anno, non ha mai smesso di imparare, fare progressi e raggiungere obiettivi, fino ad arrivare a questo traguardo”. E con una gara a dir poco perfetta è salita sul gradino piú alto del podio. “Era molto tempo che la nostra società non si trovava al centro del panorama della ginnastica nazionale e grazie a queste piccole, ma fortissime bimbe, ai loro allenatori e al lavoro di un team affiatato, l’ha nuovamente meritato – conclude il Geas -. È solo l’inizio di un progetto piú ampio e ambizioso per il quale continueremo a lavorare senza sosta. Per il momento, peró, ci godiamo la vittoria e il tetto d’Italia”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.